Ispirandosi alla natura

IMG_9041Ogni volta che si inizia la bellissima avventura della ristrutturazione, inizia sempre una nuova esperienza, ogni progetto è diverso, ogni cantiere è diverso, anche i problemi che di volta in volta si presentano e si devono risolvere sono sempre diversi e soprattutto i clienti, sono sempre diversi e proprio l’incontro con loro trovo sia un’esperienza importante, si deve sempre essere un po’ psicologi, capire quello di cui hanno bisogno, le sensazioni che cercano, le loro necessità devono essere ascoltate e soddisfatte per poter arrivare a creare l’ambiente in cui potranno riconoscersi, vivere e stare bene.
Affinché un ambiente sia accogliente e sappia infondere in chi lo abita piacevoli sensazioni, è fondamentale che non solo lo spazio fisico, ma anche i materiali, i colori e le luci che lo caratterizzano siano in perfetta armonia tra di loro e con il contesto in cui l’abitazione si trova.
Sto lavorando ad un progetto delizioso, l’ampliamento di una casa a Nervi, ed ogni volta che mi reco in cantiere resto affascinata dalla vista che si gode sul mare che, col suo eterno movimento, a seconda delle condizioni atmosferiche e della luce, è capace di donare “quadri” spettacolari.
È stata proprio la presenza del mare, coi suoi infiniti colori, dal bianco al blu intenso passando per tutte le più belle sfumature degli azzurri, talvolta virando verso il verde e addirittura verso i toni caldi del rosso, giallo e arancio all’ora del tramonto ad ispirare le cromie per gli ambienti della casa.
Per il bagno ho scelto di lasciarmi trasportare dalle onde verso il tramonto e così, invece dei più classici toni dell’azzurro, ho virato verso i rossi, accompagnati dal legno di teak naturale e dalla luce del bianco, per creare un’ambiente caldo, accogliente capace di infondere energia, come solo il colore rosso sa fare.
Talvolta rompere gli schemi consente di creare nuovi scenari inaspettati, insoliti, originali, ma soprattutto capaci di donare sensazioni di piacere, quando poi è la natura a guidare queste scelte, si riesce a creare un tutto armonico con l’ambiente.
Le ceramiche scelte per il rivestimento sono di Made a Mano quelle con decori rossi fatti a mano e la rossa, di Ceramica Bardelli quella bianca, mentre i pesciolini di ceramica sono di Mv ceramica design.

Annunci

Astuzie salva spazio

imageSo che forse posso sembrare maniacale, ma non è così, quando lo spazio è poco, deve essere organizzato al meglio e curato nei minimi particolari, il rischio, altrimenti, è quello di avere un ambiente congestionato e pesante visivamente, nel quale quindi non si vive bene, piuttosto che uno armonioso, ben curato e chic, nel quale vivere e un piacere e la mancanza di spazio non si avverte.
Ad esempio, se il bagno è piccolo e lo spazio di contenimento, che sia sotto il lavabo o un armadietto a parte è ridotto, si deve evitare di riempirlo con quanto é necessario ed indispensabile se può essere riposto in altro modo.
Un elemento, chiaramente indispensabile, che occupa un certo volume, è la carta igienica, venduta per altro, dalla maggior parte dei marchi, in confezioni non esattamente definibili “tascabili”. È ovvio che stipare i rotoli di scorta nell’armadietto, significa occupare un intero ripiano o quasi, che fare quindi!
Nel Petit Foyer, ho adottato una soluzione che, già in precedenza, avevo provato nella casa ben più grande e spaziosa che ho sulle colline dell’Oltrepò, riporre i rotoli non all’interno dell’armadietto del bagno, ma in un contenitore a parte da posare vicino al Wc. In questo caso, ho utilizzato una ciotola creata appositamente per lo scopo da me, in ceramica smaltata color turchese con un inserto di legno, uno di quei bei rami che si raccolgono sulle sponde dei fiumi o in riva al mare. Oltre ad essere comoda e a portata di mano nel “momento del bisogno” è anche decorativa e molto apprezzata dai miei ospiti che spesso mi chiedono di averne una uguale.
imagePer il Petit Foyer, invece, ho trovato una bella gabbietta in ferro, di quelle un po’ vecchie, o che imitano quelle vecchie, con un po’ di patina del tempo, e al posto di rinchiuderci un povero uccellino, l’ho utilizzata come contenitore per i rotoli e appoggiata a terra accanto a Wc.
È un idea che può essere adattata a tutte le situazioni, bagno più o meno grande, la tipologia del contenitore, non ha confini, sta al vostro gusto, colori, materiali e stile del bagno.
Puó essere, una bella cesta di vimini, o un vaso in vetro cilindrico in cui impilare i rotoli uno sopra all’altro, fate solo attenzione che se il vaso è troppo alto e stretto poi non vi passa la mano per prendere l’ultimo rotolo in basso o restate incastrati, cassette in ferro o legno un po’ vecchie magari trovate in qualche mercatino di antiquariato, anche sul web si trovano idee in merito, la cesta col legno di cui allego foto, è un esempio che ho trovato per caso.image

Posti strani per i libri

foto 1Come vi ho già raccontato, tra le mie passioni c’è quella per la lettura e l’avere una casa piccola non è certo d’aiuto per custodire i libri più amati e disporre i nuovi in attesa di essere letti. Un altro angolo del Petit Foyer è proprio dedicato ai detentori di tanti sogni e avventure, un angolo insolito per i libri, un angolo che è venuto alla luce durante i lavori di ristrutturazione, e che si trova nel bagno.
Esatto i libri nel Petit Foyer sono custoditi nel bagno, in una nicchia posta dietro al wc e al bidet!
In un altro articolo di qualche tempo fa che ho pubblicato sul blog raccontavo anche dell’importanza e aiuto che una nicchia può rappresentare all’interno di un’abitazione, grande o piccola che sia, e qui vi mostrerò come anche nel Petit Foyer una sua presenza si sia rivelata utile e preziosa per risolvere più di una necessità.
Questa nicchia infatti oltre ad essere utile per riporre i libri, funge da piano d’appoggio per i saponi, sali per pediluvio, salviette, portagioie etc…
Essendo ampia è stato possibile sfruttarla per tutte queste funzioni, ogni nicchia, infatti, nasce con dimensioni proprie, e sono proprio le sue proporzioni che ne definiscono la funzione ottimale che fa si che si trasformi in un pratico alleato dell’ordine e dell’organizzazione.