Fiori per la tavola di Natale

fullsizerenderOrmai lo sapete, fiori e piante sono la mia passione, e nonostante i miei gatti abbiano la stessa passione, un po’ più vorace, cerco sempre di trovare il modo per godere della presenza di qualche spacie arborea per casa. Durante le feste natalizie, è l’albero di Natale il protagionista indiscusso di tutta la casa (albero che in casa mia viene mangiato anche se finto!) ma non si deve dimenticare la tavola che è il luogo in cui ci si riunisce tutti in momenti di conviviale serenità e allegria.
Le tipologie di decorazioni sono molte, si deve scegliere quella che “disturba” meno durante lo svolgimento del pranzo o della cena. Se abbiamo organizzato un menù che verrà portato in tavola su grandi piatti di portata, dovremmo optare per dei segnaposto o decorazioni per i tovaglioli , che poi possono restare appoggiati tra i bicchieri senza essere di intralcio, se invece il menù e le varie portate sono organizzate in modo che sul tavolo resti sempre dello spazio libero agevole, si può pensare a dei centrotavola più o meno importanti, con candele o senza, la cosa più importante è che che si deve evitare di ritorvarsi nella situazione di dover continuamente spostare o peggio togliere la deocrazione per far stare i paiatti di portata.
Sulla mia tavola di Natale le decorazioni saranno delle piccole coroncine con pepe rosa e candeline verdi appoggiate in centro su ogni piatto e poi spostete in linea nella parte centrale tra i bicchieri colorati, semplicissime da realizzare con poca spesa, se avete un bravo fiorista non avrete difficoltà a farvele fare, il mio di fiducia è Colri a Milano.

Annunci

Le posate per la tavola di Natale

img_3055Per completare il posto tavola mancano le posate, anche per questo, se dobbiamo andare in cerca di un nuovo acquisto, l’offerta è pressoché infinita, quest’anno posso dirvi che va molto la posata d’oro (ovviamente non zecchino) satinata, ma secondo me, per non sbagliare rischiando di acquistare un articolo di moda ora che poi tra un paio d’anni ci stuferà, meglio orientarsi verso il classico acciaio inox, anche satinato se si vuole variare un pochino, ma senza arrivare agli eccessi.
Francamente per le posate faccio due distinzioni, quelle per tutti i giorni, e quelle per il Natale, che sono un bellissimo servizio in argento che mi regalò mia suocera (se non le avessi ricevute in dono, quasi sicuramente userei le stesse di tutti i giorni).
Oltre alle posate, per me quello che conta per completare il posto tavola è il tovagliolo, utile presenza ma anche elemento di decoro, infatti, con la tecnica dell’origami, lo piego fino a fargli assumere le sembianze di un panetto stilizzato, che decoro poi con palline colorate o rametti di rosmarino ed appoggio al centro dei piatti.

I bicchieri per la tavola di Natale

img_9161Una volta deciso con quali piatti apparecchiare la tavola di Natale, dobbiamo scegliere i bicchieri, sinceramente non sono una fanatica dei mille bicchieri per ogni tipo di vino, preferisco sceglierne uno per l’acqua e uno per il vino, anche per il fatto che solitamente cerco di studiare un menu per cui non sia necessario un continuo cambio bicchieri per il vino, poi, comunque, a fine pasto al momento del dolce, porto elegantemente disposti su un bel vassoio le flute per il vino.
Avendo scelto di utilizzare i miei amati servizi di piatti disposti spaiati su di una tovaglia bianca, vorrei osare con dei bei bicchieri colorati che mettono allegria.
La scelta è infinita, quelli preziosi di Carlo Moretti, sono meravigliosi, ma l’offerta di forme, stili, modelli, colori e prezzi è veramente infinita, ognuno troverà quelli perfetti per la propria tavola di Natale e perché no, ci si può anche fare un bel regalo da godersi poi tutti i giorni dell’anno.

I piatti per la tavola di Natale

img_3053La scelta del sevizio di piatti da utilizzare per la tavola di Natale è la prima decisione da prendere per organizzare la mise-en-place, ai piatti, infatti, si abbinerà la tovaglia e tutti gli accessori e decorazioni per creare un insieme armonioso e festoso che rispecchia al meglio lo spirito che volete trasmettere ai vostri ospiti.
Personalmente ogni anno cambio stile, abbinamenti e colori, proprio perché ogni anno c’è un nuovo Natale, un nuovo spirito.
Quest’anno, in cui voglio per l’atmosfera che accoglierà i miei ospiti uno stile semplice ma raffinato, non sceglierò un servizio di piatti in particolare, ma li mischierò casualmente tra di loro, un po’ per ricordare i tanti natali del passato in cui quei piatti erano usati dalla nonna, dalla carissima zia, dalla suocera, oppure per continuare ad apprezzare bei regali della mamma o miei acquisti fatti nel tempo. Ho la fortuna di avere diversi servizi di piatti di diverse epoche e stili, ed anche se all’apparenza sembrano totalmente diversi tra di loro, in realtà ognuno ha un particolare, un punto di colore, il bordo dorato, il tema floreale, un dettaglio che lo lega ad un altro, sono tutti in armonia tra di loro.

La tavola di Natale

img_9135In questi giorni i preparativi per la casa di Natale rallentano un poco per lasciare spazio alla scelta ed acquisto dei regali per le persone care, ciò non significa però che non si debba continuare a pensare all’organizzazione.
Durante le passeggiate per le vie della città tra luminarie, addobbi e vetrine luminose, oltre ai regali, capiterà sicuramente di vedere allestimenti con tavole riccamente imbandite, e da quell’apoteosi delle mise-en-place perfette e a volte, anzi spesso esagerate, troppo pompose ed elaborate, potrete comunque trovare ottimi spunti e idee per la vostra tavola di Natale. Quindi durante il vostro shopping natalizio, non passate oltre quando vi capiterà di incontrare una tavola imbandita, ma osservatela e fotografate i particolari che più vi colpiranno per poi trovare ispirazione quando dovrete scegliere gli abbinamenti tra i vostri servizi di piatti, posate, bicchieri e tovaglie.

Il design a tavola

img_6971 Qualche giorno fa, sono stata invitata ad una serata molto particolare la terza delle cinque previste della Short Cooking Races 2016, serate in cui tre studi di architettura, ogni volta diversi, si sfidano ai fornelli, ma non solo.
Il tema della serata dettato dallo chef Umberto Zanassi era il cous cous, a questo gli studi potevano abbinare gli ingredienti che più preferivano per giungere alla creazione di un piatto in trenta minuti.
Creazione di un piatto è proprio il termine più adatto, non si è trattato, infatti, solo di cucina, ma di una vera e propria performance di progettazione e design.
I tre studi FZI Interiors, GBPA Architects e Spagnulo & Partners non hanno lasciato nulla al caso. Uno ha scelto il tema stagionale, siamo in autunno, quindi ingredienti tipici del territorio e della stagione, presentati su di una composizione di taglieri in legno, foglie bacche e frutti il cui risultato molto gradevole sembrava ambientato in un bosco, particolare una piccola zucca svuotata e modellata a zuppiera in cui era servita una deliziosa crema, ovviamente di zucca.
Un’altro invece ha deciso di raccontarsi attraverso un piatto, creando una sfera di cous cous e verdure, su di una superficie nera a specchio con la scritta “il mondo non (ci) basta” dove pianeti e navicelle spaziali su stecchini adornavano la composizione, da qui il messaggio dello studio di giovani architetti entusiasti del lavoro e pronti alla conquista di questo ed altri mondi.
Il terzo ha creato una struttura molto particolare, vero e proprio design applicato alla funzione, che permetteva di servire un piatto in movimento, dove il condimento con un gioco di dislivelli, canalini e conchette colava e condiva il piatto, molto suggestivo.
Sono stati tutti e tre molto bravi sia sotto l’aspetto culinario che sotto quello di design, sottolineando quanto sia importante la presentazione di un piatto e di tutto quanto ruota intorno a lui sulla tavola.
Come potete vedere dagli esempi che vi ho riportato, non è la sontuosità a fare di una tavola la perfetta cornice per le vostre creazioni culinarie, spesso basta solo un po’ di fantasia per scoprire proprio tra gli ingredienti utilizzati per la preparazione i perfetti accessori per stupire i vostri ospiti.

8

image La tavola delle feste è per me molto importante, come ogni anno amo cambiare le decorazioni pre la casa, così ogni anno studio una mise en place particolare.
Quest’anno ho trovato un indirizzo speciale dove acquistare complementi per la tavola originali, e proprio li ho trovato questa deliziosa ciotolina con coperchio a forma di cavolo, perfetta per servire un cremoso antipasto, ma anche per contenere deliziose praline di cioccolato da regalare.
I soggetti sono molti e ideali per tutte le stagioni ed occasioni, anche mio marito è rimasto incantato, e si sa che in media i ragazzi si annoiano se trascinati in un negozio di casalinghi!
Pagnossin
Via Cavour, 11/G – 10123 Torino