Oro e Argento

imageL’oro, collegato alla luce del sole, rappresenta il metallo più prezioso, nella simbologia religiosa è il valore più elevato, collegato alla saggezza e all’amore. È il colore della nobiltà e della supremazia per eccellenza, è simbolo di perfezione.
È ricchezza e sfarzo, i particolari in oro donano eleganza agli ambienti, il bianco diventa energico se dotato di dettagli dorati, ma non si deve mai eccedere con le auree sfumature, risulterebbe eccessivo e mai usarlo da solo, stonerebbe.
Oro e argento sono in contrapposizione, l’oro è il sole, è considerato maschile, mentre l’argento è la luna, ed é legato alla femminilità, simboleggia la purezza, la mutazione.
Nell’arredamento si sposa col nero, ne è la sua lucentezza, insieme creano ambienti chic dall’indubbio fascino, eleganza e raffinatezza.
Questo è l’ultimo articolo del 2014, ed ho scelto questi due colori, che sono più che altro effetti della luce, emozioni luminose, luce ed emozioni che auguro a tutti e che il 2015 sia un anno sereno durante il quale possiate vedere realizzati tutti i vostri progetti.
Inoltre vi ringrazio di cuore per avermi seguito in questi 8 mesi, siete sempre di più, e sono lieta che le mie idee e i miei consigli siano apprezzati e vi siano utili.
Buon anno nouvo!

Annunci

Regali preziosi

imageInutile dire che questa è una categoria che apprezzo particolarmente, soprattutto quando si tratta delle creazioni di Daniela De Marchi, designer di gioielli unici nel loro genere, ogni pezzo è diverso dall’altro, abbinamenti di metalli e pietre totalmente personalizzabili, anche le “vecchie” collane possono essere rivisitate nello stile inconfondibile di Daniela, stile che prende grande ispirazione dal mondo naturale. Come hanno a che fare col mondo naturale anche i simpaticissimi gioielli di Pomellato nella linea Dodo, che sostengono il WWF, personalmente vado matta per il pipistrello nero!!

Arancione

imageNovembre mi fa pensare all’arancione, sarà perché è il colore caratteristico delle zucche, simpatici e gustosi ortaggi che nella notte tra il 31 ottobre e il 1′ novembre diventano protagoniste con la festa di Halloween, festa ormai giunta nel nostro paese e molto cara soprattutto ai bambini.
È un colore allegro e solare che in questa stagione spesso caratterizzata da giornate grigie e nebbiose dona un tocco di luce. È la natura stessa che ci fa dono, proprio in questo periodo, di questo allegro colore, con le infinite sfumature che alcuni alberi assumono con il loro incantevole foliage, altri, come i Cachi, mostrano i loro robusti rami spogli e scuri punteggiati dai carnosi e dolci frutti, le zucche oltre a rallegrare le case per le feste, ci scaldano con zuppe cremose e prelibate, gli agrumi succosi sono il dolce risveglio per le fredde giornate uggiose.
Arancione è anche il colore di due dei nostri amatissimi compagni a quattro zampe, i mici Giannino e la piccola Greta, che da poco è con gioia entrata a far parte della nostra famiglia.
Per la cultura giapponese e cinese rappresenta il colore dell’amore e della felicità, in generale rappresenta il colore della crescita, del sole nascente, della gioia, è un colore vitale e appropriato per ridare la carica quando si è stanchi, simboleggia l’armonia interiore, la creatività artistica e la fiducia negli altri.
Chi ama vestirsi con questo colore, esprime gioia, buonumore ed altruismo.
Nell’arredamento è una tinta dal grande impatto visivo, capace di rallegrare anche gli ambienti più angusti rendendoli originali, ma si deve calibrare il suo utilizzo, in quanto colore molto deciso. Il consiglio è quello di creare punti d’attrazione o valorizzazione con accessori, complementi o porzioni di pareti scelti nelle sfumature dell’arancio.
L’arancione trasmette allegria e buon umore, pertanto l’utilizzo migliore di questo colore è in stanze o ambienti dove ci si riunisce nella convivialità, la cucina, il soggiorno, ad esempio, ma anche nel bagno, se scelto nelle sue sfumature più tenui, creerà un’atmosfera calda ed accogliente, mentre un tono più deciso, darà la carica per iniziare la giornata col buon umore ed energia.

Viola

imageNuovo mese e nuovo colore, il Viola.
È un colore che amo molto, e che trovo si addica ad un mese come settembre in cui le vacanze estive volgono al termine, le giornate si accorciano e la routine giornaliera riprende i ritmi di sempre.
Prende il nome dal fiore omonimo, di cui descrive il colore.
Il viola è un colore freddo e si dice che sia un colore secondario, in quanto deriva dalla mescolanza dei colori primari blu (saggezza) e rosso (amore).
Il viola nella cromoterapia è indicativo dell’estro creativo e della forza spirituale, pensiero e l’intelletto, favorisce l’ispirazione. E’ il colore della spiritualità ma anche della fascinazione erotica, indica l’unione degli opposti, rappresenta spesso ricchezza e giustizia.
È il colore della calma e della meditazione, modera l’irritabilità , a livello fisiologico, il viola rallenta l’attività cardiaca, solleticando la circolazione venosa e seda la fame.
Le tonalità più chiare esprimono sensualità, le più scure spiritualità.
Indossare abiti viola denota dignità e nobiltà, intelligenza, prudenza, umiltà e saggezza.
Si dice che chi ama l’abbigliamento di questo colore abbia un carattere un po’ difficile con tendenze opposte e inconciliabili, che abbia bisogno di sentirsi libero, e che vuole affascinare, suscita ovunque simpatia e ammirazione.
Le persone che scelgono capi viola sono molto disponibili e comunicative, possiedono grande umanità sono colte e sensibili, hanno buon gusto e curano molto l’aspetto fisico. Raffinati cultori della bellezza e dell’arte.
Nell’arredamento, è un colore col quale si possono azzardare vari abbinamenti, utilizzato in tutte le sue sfumature, lilla, vinaccia, o fuxia, anche abbinate tra di loro, o tutte insieme, oppure al verde acido, per donare vivacità, al rosso o arancione, per ambienti colmi di energia, al bianco o marrone, se quello che cercate è eleganza e charme o al nero se volete rigore ed eleganza.
È il viola il colore che ho scelto per caratterizzare il Petit Foier, paralume della lampada, cuscini sul divano letto, piatti tazzine e posate, quadro, accessori in genere, ed abbinato ai due colori di base del legno caldo in teak e il bianco delle pareti e dei tessuti d’arredo, crea un insieme particolarmente chic e rilassante.

Scatole, scatoline, scatolette

20140513-230527.jpgQuante volte avete fatto acquisti corredati di confezioni così belle da non riuscire a gettarle nel cestino della raccolta differenziata? Quante volte peró vi siete rimproverati di consevare troppe scatole senza sapere che uso pratico farme?
Un tempo avrei risposto positivamente ad entrambi i quesiti, da un paio di anni a questa parte, alla seconda domanda posso dare risposta negativa. Conservo tutte le belle confezioni, anzi mi è capitato di fare anche acquisti in base alla scatola e gli utilizzi che ne faccio e che si possono fare, sono veramente infinti, spesso sono le dimensioni setsse o il materiale che ne determinano automaticamente un nuovo utilizzo.
Le scatole di latta, recenti o anche vintage, trovate nei mercatini (ed accuratamente deterse o rivestite con carta stagnola se a contatto con alimenti) possono essere molto decorative nella cucina. Possono contenere le bustine del tea, tisane etc, le spezie, i chiudi pacco per i biscotti, nascondere stuzzicadenti, contenere i blister di integratori o analgesici…..
Quelle in cartone e cartoncino in cucina stanno altrettanto bene e possono svolgere le medesime funzioni (peraltro sono più igieniche in caso di vicinanza con alimenti), ma hanno l’inconveniente di esere delicate a contatto con acqua ed umidità, col rischio pealtro di danneggiare il contenuto. Possono counque trovare un pratico riutilizzo come porta bijou, come contenitori del nècessaire per il maquillage da riporre nell’armadietto del bagno, sempre all’interno della toilette, ma al riparo da schizzi, possono contenere i cotton fioc, i batuffoli di cotone idrofilo per struccarsi al sera, sono anche ottimi alleati per contenere gli abbondanti campioncini di cosmetici che generosamente le signorine della profumeria regalano ad ogni acquisto, se le dimensioni lo consentono ci si puó riporre la biancheria intima o le calze….
Ci sono poi quelle di plastica, legno, quoio, tessuto, vetro, plexiglas, ceramica, non c’è limite alla fantasia, per ogni necessità esiste una scatoletta perfetta come forma, materiale, dimensione e colore pronta per risolvere la situazione e contribuire al mantenimento dell’ordine e quindi alla perfetta gestione dello spazio a disposizione.

Rosso

imageIl primo colore di cui vi parlo e’ il rosso, non so se l’ho scelto istintivamente perche’ e’ quello che da bambina ho amato per primo, o per la carica di energia positiva che e’ in grado di emanare.
Nella teoria dei colori deriva dall’unione dei due primari magenta e giallo, unione che genera una gamma di tinte calde.
Il rosso viene identificato come il colore del fuoco, del sangue, della passione, della seduzione, dell’amore romantico e passionale. Esprime slancio, velocita’, potere e gioia, oltre che pericolo, e’ un colore che nella cromoterapia viene usato come eccitante, come stimolante del battito cardiaco e della pressione. In Cina e’ simbolo di felicita’ e porta fortuna, mentre nella religione buddista simboleggia la compassione.
Il suo utilizzo e’ perfetto se si vuole ricevere una sferzata di energia positiva, se si cerca un ambiente in cui essere creativi ed attivi, una parete rossa, stimola i sensi, la mente e il cuore.
E’ comsigliabile nella zona giorno, in un ambiente in cui si lavora e l’attenzione deve essere costante, in un angolo in cui si vuole ottenere un’atmosfera allegra, ma anche romantica e stimolante.