Libri in alta quota

imageUna presenza importante all’interno delle nostre abitazioni sono senza dubbio i libri, amati conservati, collezionati, la loro presenza non si ferma mai, conosce momenti di forte crescita, altri di stasi, ma non sono mai in diminuzione!
Vi ho già parlato di un nuovo piccolo appartamento che ho realizzato per due cari amici appassionati di lettura e scrittura, inutile specificare che da loro i libri sono in costante aumento, tanto che la loro abitazione é stata soprannominata affettuosamente “La casa dei libri”, ma lo spazio ridotto mi ha costretto a cercare soluzioni alternative per la disposizione dei numerosi volumi.
Complice la generosa altezza dei soffitti, e ispirandomi alle biblioteche storiche, dove i ripiani di libri arrivavano a toccare il soffitto e la loro consultazione era possibile solo arrampicandosi su lunghe scale, ho sfruttato la parte alta delle pareti al di sopra delle finestre, in modo da non andare a restringere ulteriormente, con la presenza di librerie, lo spazio disponibile a terra che, in questo modo, rimane libero.
I miei amici hanno fatto un lungo lavoro di selezione, scegliendo accuratamente le letture da riporre “in quota” e quelle da riporre negli altri luoghi, più accessibili e a portata di mano, che ho creato negli arredi studiati su misura.
Un altro vantaggio che questa soluzione ha portato agli spazi abitativi, é stato quello di poter avere le pareti più libere, le librerie sono utili e belle, ma non si può negare che una parete ricoperta di libri in uno spazio piccolo rende l’ambiente visivamente ancora più piccolo e meno luminoso, una parete chiara, invece, dilata l’ambiente lo rende luminoso e più elegante.

Annunci

Il bagno

imageUn tempo il bagno era considerato un ambiente di servizio, chiuso, quasi da non mostrare, all’interno della casa gli si ritagliava lo spazio indispensabile e nulla di più e l’attenzione che gli si dedicava per le finiture e le dotazioni era minima.
Oggi invece vanta una posizione di tutto rilievo, la cura del se e il benessere fisico, sono diventati molto importanti, i ritmi frenetici della vita quotidiana, portano le persone a rifugiarsi nel confort della propria abitazione per ricreare e ricercare il giusto equilibrio psico fisico, e la salle de bain, come giustamente si dice in Francia, è il luogo perfetto.
È attraverso i materiali che si crea il giusto comfort sensoriale, si completa poi con i sanitari ed accessori più adeguati alle nostre esigenze.
Per il Petit Foier, ho scelto delle piastrelle 10×20 di Vogue Ceramica dai contorni diamantati, che conferiscono un’aria un po’ retrò, e il colore chiaro ma caldo, accostato al legno di teak del pavimento e del piano lavabo contribuisce a creare un’ambiente sofisticato ed elegante.
I sanitari, sospesi wc e bidet, e da appoggio su piano il lavabo, hanno una linea semplice e pulita in modo da non risultare presenze troppo incombenti in quello, che nel mio caso, è uno spazio stretto e lungo. In questo piccolo ambiente, però, non ho voluto sacrificare la zona doccia, il piatto 90×90 , è all’interno di un vano completamente piastrellato ed illuminato da un faretto indipendente dall’illuminazione del resto del locale.
Ho menzionato l’aspetto dell’illuminazione, in quanto è fondamentale, nel bagno, come in tutta la casa, da sola può contribuire a rendere un ambiente ospitale e confortevole, o al contrario ostile e angosciante.
imageAnche nel mio bagno, come negli altri ambienti, ho creato più punti di illuminazione, quella generale con dei faretti incassati a soffitto, quella puntuale vicino allo specchio per agevolare le fasi del trucco, e quella d’ambiente con un faretto nel vano doccia, che acceso da solo la sera col resto del locale in penombra e un paio di candele di Diptyque accese per l’aromaterapia su di un ripiano, crea la giusta atmosfera per ricaricarsi dopo una giornata faticosa.
Mi rendo conto che molti di voi hanno un bagno nel quale non possono fare grandi interventi a livello edilizio, ma fare di un bagno una salle de bain è possibile anche solo con pochi accorgimenti estetici.
Innanzi tutto mettete uno specchio grande e senza cornici, in modo che moltiplichi lo spazio e che visivamente scompaia nella parete, se non potete cambiare le luci, posate un abat-jour su un ripiano, le candele son sempre le benvenute!
Scegliete asciugamani di spugna soffice e monocolore, il colore chiaro è sempre il più indicato, semplifica le operazioni di lavaggio, non stufa e non passa mai di moda.
Cercate dei vasetti di ceramica o in legno dalle forme e finiture diverse, con o senza coperchio, in un colore che si abbini alle piastrelle, se queste sono bianche potete scegliere una tinta che diventi motivo per tutti gli accessori, ed usateli per fiori freschi o come contenitori.
Eliminate, o meglio chiudete in un armadietto, il superfluo e tutto quello che è di servizio (phon e piastre per i capelli, rasoi, brutti contenitori….) o fa disordine e tenete in bella vista solo i vostri profumi o creme che solitamente hanno bei flaconi e bottiglie preziose, se sono brutti o non vi piacciono, via nell’armadietto. Infine piccoli quadri, magari con i disegni di nipotini o figli, renderanno il vostro bagno una vera salle de bain, il concetto da tenere in considerazione è, no al disordine, si in vista tutto ciò che contribuisce a dare armonia all’ambiente.
Buon relax!

Bianco

imageIl colore che ho scelto questo mese è il bianco.
Bianco è il colore delle ali di un angelo che vola verso il cielo, rappresenta la luce, la semplicità, il sole, l’aria, l’illuminazione, la purezza, l’innocenza, la castità, la santità, la sacralità, la redenzione. E’ un colore fresco e solare che apporta energia, rivitalizza l’organismo. A seconda dei luoghi e delle tradizioni del posto il bianco assume significati antitetici, nella tradizione cinese e indiana, il bianco è il colore del lutto, della morte e dei fantasmi, mentre nella liturgia cattolica il bianco è il colore gioioso e festivo usato nella celebrazione dei santi non martiri, nei battesimi e nei matrimoni.
Nell’abbigliamento indossare il bianco aiuta a far emergere tutte le qualità dall’interno dell’anima, se si cerca l’armonia nella vita, o si cerca di equilibrare la propria personalità, aggiungere un po’ più di bianco al guardaroba e alla vita, agevola il raggiungimento di questi intenti, si dice che se si rischiara la vita si rischiarerà il carattere, e si avrà la percezione che tutto vada bene.
Nell’arredamento, il bianco si sposa bene con colori neutri come grigio, marrone, avorio, crema, e materiali naturali come il legno. Sceglierlo come colore principale, dona semplicità, leggerezza ed eleganza e un senso di fresco all’ambiente, sua peculiarità è l’essere molto versatile, non c’è quindi un locale nel quale risulti essere più indicato, va bene in tutti gli ambienti, è poi la personalizzazione che se ne fa a dare carattere.
Il suo utilizzo lascia spazio a molte possibilità di decorazione, usato come sfondo si va poi a personalizzare con oggetti e complementi di altri colori scelti con cura, che possono essere le nuance chiare e neutre dei colori della terra per avere ambienti freschi ed accoglienti, o le tinte forti e i colori vivaci, dei quali però si consiglia sempre di non abusare troppo per non creare confusione e senso di pesantezza, per avere ambienti allegri e solari.
Un abbinamento che non passa mai di moda e non stanca mai è quello con il suo opposto, il nero, insieme creano spazi eleganti e sofisticati.
Il bianco è anche un colore che mette in risalto la materia, che questa sia legno grezzo, pietra a spacco o tessuti dalle trame importanti.

Regali per le amiche

imageAlle amiche più care si cerca sempre di fare un regalo speciale, gli accessori trovo che siano perfetti, bracciali colorati, orecchini, spille….
Da Angela Caputi c’è l’imbarazzo della scelta, e di solito si esce anche con un regalo per se!
Anche da Cavalli e Nastri ci sono dei pezzi vintage deliziosi, oltre a capi di abbigliamento unici!
Altro posto ricco di scelta in cui potersi recare è il mercatone dell’antiquariato sul Naviglio Grande, ma si deve aspettare l’ultima domenica del mese, quindi per questo Natale, purtroppo, non si fa in tempo!
Decori natalizi vintage di Coin Excelsior, mini colche in vetro Maison du Monde

Arancione

imageNovembre mi fa pensare all’arancione, sarà perché è il colore caratteristico delle zucche, simpatici e gustosi ortaggi che nella notte tra il 31 ottobre e il 1′ novembre diventano protagoniste con la festa di Halloween, festa ormai giunta nel nostro paese e molto cara soprattutto ai bambini.
È un colore allegro e solare che in questa stagione spesso caratterizzata da giornate grigie e nebbiose dona un tocco di luce. È la natura stessa che ci fa dono, proprio in questo periodo, di questo allegro colore, con le infinite sfumature che alcuni alberi assumono con il loro incantevole foliage, altri, come i Cachi, mostrano i loro robusti rami spogli e scuri punteggiati dai carnosi e dolci frutti, le zucche oltre a rallegrare le case per le feste, ci scaldano con zuppe cremose e prelibate, gli agrumi succosi sono il dolce risveglio per le fredde giornate uggiose.
Arancione è anche il colore di due dei nostri amatissimi compagni a quattro zampe, i mici Giannino e la piccola Greta, che da poco è con gioia entrata a far parte della nostra famiglia.
Per la cultura giapponese e cinese rappresenta il colore dell’amore e della felicità, in generale rappresenta il colore della crescita, del sole nascente, della gioia, è un colore vitale e appropriato per ridare la carica quando si è stanchi, simboleggia l’armonia interiore, la creatività artistica e la fiducia negli altri.
Chi ama vestirsi con questo colore, esprime gioia, buonumore ed altruismo.
Nell’arredamento è una tinta dal grande impatto visivo, capace di rallegrare anche gli ambienti più angusti rendendoli originali, ma si deve calibrare il suo utilizzo, in quanto colore molto deciso. Il consiglio è quello di creare punti d’attrazione o valorizzazione con accessori, complementi o porzioni di pareti scelti nelle sfumature dell’arancio.
L’arancione trasmette allegria e buon umore, pertanto l’utilizzo migliore di questo colore è in stanze o ambienti dove ci si riunisce nella convivialità, la cucina, il soggiorno, ad esempio, ma anche nel bagno, se scelto nelle sue sfumature più tenui, creerà un’atmosfera calda ed accogliente, mentre un tono più deciso, darà la carica per iniziare la giornata col buon umore ed energia.

Marrone

imageQuesto mese ho voglia di marrone, il colore della terra, degli alberi, che in questa stagione mostrano le loro esili strutture perdendo le verdi fronde, verdi fronde che col loro leggiadro e malinconico cadere verso il suolo, ci deliziano con le più calde e romantiche sfumature, marrone é il colore del cioccolato che finalmente dopo la stagione estiva torna col suo potere benefico, del caffè e delle castagne, a cui questo colore deve il nome.
Il marrone deriva dall’unione di tre colori primari, giallo, rosso e blu, che miscelati in proporzioni diverse creano tutte le sfumature di questo bel colore.
È un colore caldo, ed essendo il colore della Madre Terra e del legno, viene associato alle cose solide e durature, preferire questo colore simboleggia mancanza di radici però al contempo aiuta ad essere pratici e non dispersivi, esprime emotività e sensualità, ma anche, equilibrio, buona salute e bisogno di soddisfazioni sensuali.
Chi sceglie il colore Marrone ha un costante bisogno di sentirsi bene con il proprio fisico ed è alla continua ricerca di armonia, in generale, chi scegli questa tinta, è una persona positiva e soddisfatta della vita che conduce.
Chi non lo apprezza, si dice che non metta in primo piano le soddisfazioni derivanti dal benessere fisico e che tenda a primeggiare senza concedersi alcun tipo di debolezza, cerca il consenso delle sue azioni da parte delle persone a cui tiene e si preoccupa di non deludere le aspettative che gli altri pongono nella sua persona.
Nelle nostre abitazioni, rappresentando la terra e la stabilità, trova la sua migliore applicazione nei pavimenti, infatti i pavimenti in legno, sanno rendere gli ambienti subito rassicuranti, pacati ed accoglienti mai eccessivi.
È il colore che più di tutti si adatta ad ogni contesto abitativo, le sue sfumature si adattano ad ogni tipo di luce ed ambiente, ottimi sono gli abbinamenti con i verdi tenui, i grigi e i rosa per un effetto soft, mentre si ottiene un effetto più deciso abbinando il marrone con i gialli e gli arancioni, ma quello che trovo più efficace e chic è l’abbinamento con i toni dell’azzurro e del celeste.
Gli ambienti vengono valorizzati anche dall’utilizzo del marrone nelle sue sfumature più chiare e naturali abbinate tra loro, combinando superfici e tessuti, legni naturali con lini, sete e damaschi, ad esempio, si ottengono effetti eleganti e raffinati, specialmente nei soggiorni e nelle camere da letto.

Viola

imageNuovo mese e nuovo colore, il Viola.
È un colore che amo molto, e che trovo si addica ad un mese come settembre in cui le vacanze estive volgono al termine, le giornate si accorciano e la routine giornaliera riprende i ritmi di sempre.
Prende il nome dal fiore omonimo, di cui descrive il colore.
Il viola è un colore freddo e si dice che sia un colore secondario, in quanto deriva dalla mescolanza dei colori primari blu (saggezza) e rosso (amore).
Il viola nella cromoterapia è indicativo dell’estro creativo e della forza spirituale, pensiero e l’intelletto, favorisce l’ispirazione. E’ il colore della spiritualità ma anche della fascinazione erotica, indica l’unione degli opposti, rappresenta spesso ricchezza e giustizia.
È il colore della calma e della meditazione, modera l’irritabilità , a livello fisiologico, il viola rallenta l’attività cardiaca, solleticando la circolazione venosa e seda la fame.
Le tonalità più chiare esprimono sensualità, le più scure spiritualità.
Indossare abiti viola denota dignità e nobiltà, intelligenza, prudenza, umiltà e saggezza.
Si dice che chi ama l’abbigliamento di questo colore abbia un carattere un po’ difficile con tendenze opposte e inconciliabili, che abbia bisogno di sentirsi libero, e che vuole affascinare, suscita ovunque simpatia e ammirazione.
Le persone che scelgono capi viola sono molto disponibili e comunicative, possiedono grande umanità sono colte e sensibili, hanno buon gusto e curano molto l’aspetto fisico. Raffinati cultori della bellezza e dell’arte.
Nell’arredamento, è un colore col quale si possono azzardare vari abbinamenti, utilizzato in tutte le sue sfumature, lilla, vinaccia, o fuxia, anche abbinate tra di loro, o tutte insieme, oppure al verde acido, per donare vivacità, al rosso o arancione, per ambienti colmi di energia, al bianco o marrone, se quello che cercate è eleganza e charme o al nero se volete rigore ed eleganza.
È il viola il colore che ho scelto per caratterizzare il Petit Foier, paralume della lampada, cuscini sul divano letto, piatti tazzine e posate, quadro, accessori in genere, ed abbinato ai due colori di base del legno caldo in teak e il bianco delle pareti e dei tessuti d’arredo, crea un insieme particolarmente chic e rilassante.