10

image Durante le feste l’atmosfera é fondamentale, le luci, le decorazioni, le buone pietanze sulla tavola, deliziosi dolci, le persone più care accanto, tutti ricorderanno il giorno di Natale trascorso a casa vostra per molti motivi, ma l’aroma che li accoglierà nel varcare l’ingresso, decorato da una deliziosa ghirlanda, sarà il primo momento di piacere di tutta la bella giornata.
Una candela dall’aroma avvolgente di legni e incenso, o agrumi e spezie, o ancora di rosa o lavanda, è l’ideale, il mondo delle essenze é infinito, sarà quindi facile trovare quell’aroma che saprà rendere la vostra casa unica, accogliente e rilassante.
Diptyque
Via Brera 23 – 20121 Milano

Annunci

Una spa nel vostro bagno

imageQuante volte vi è capitato di tornare a casa stanche e provate da una giornata particolarmente frenetica, e il massimo che vi concedete è una doccia calda prima di cena, giusto per distendervi dalle tensioni accumulate, perché, invece, non dedicarvi un po’ più di tempo e rilassarvi profondamente proprio come se vi recaste alle terme o in una spa?
Servono pochissimi ingredienti, tutti facilmente reperibili in casa o dall’erborista/fiorista dietro l’angolo.
Il mio rito di bellezza e relax consiste in:
1- inizio con un scrub alle gambe, ne faccio uno casalingo con i fondi di caffè amalgamati con una crema corpo (non la mia preferita, non ne vale la pena, ne uso una fluida che poi risciacquo), e massaggio bene per ottenere risultati contro gli inestetismi della cellulite, (è inoltre un modo per riutilizzare le capsule Nespresso usate, una per gamba), provate, il risultato è una pelle di velluto.
2-sciacquo le gambe col doccino nella vasca poi comincio a riempirla con acqua calda ma non bollente facendo sciogliere sotto all’erogatore 1 kg di sale grosso, altro rimedio anti cellulite con effetti benefici per la ritenzione idrica.
3-mentre la vasca da bagno si riempie, mi strucco ed applico su viso e collo una maschera, che tengo in posa per il tempo in cui rimango immerse nell’acqua calda, così il vapore, dilatando i pori, contribuirà a intensificare gli effetti sulla pelle del mio viso.
4-la vasca è pronta, aggiungo dei petali di rosa, accendo delle candele e mi immergo per almeno 20 minuti.
5-quando esco mi asciugo avvolgendomi in un morbido accappatoio e prima di mettermi un comodo pigiama applico una crema corpo profumata, questa volta la mia preferita, una crema fluida alla rosa di Diptyque.
Ognuno di voi può personalizzare con creme e profumi preferiti, nell’acqua al posto delle rose si possono mettere fiori di lavanda, o di gelsomino, oppure rametti di rosmarino, a seconda della stagione, per le candele si può scegliere la versione neutra, profumata, o neutra con aggiunta di un paio di gocce di olio essenziale nella parte dove si deposita la cera fusa, il calore sprigionerà l’aroma.
Chi ha la doccia, non pensi di dover rinunciare a tutto questo, mettendo un comodo sgabello nel vano doccia (da Kartell se ne trovano di tutte le forme, dimensioni e colori, comodi e chic) e sedendosi, si può scegliere di farsi scorre l’acqua addosso, oppure accanto, lasciandosi avvolgere dal vapore, subito fuori, su un altro sgabello, o su uno dei sanitari, un bel vassoio con le candele e dei fiori freschi.
Buon relax!

Rosa

imageProprio oggi (16 febbraio), è il compleanno della mia nipotina Sara, per questo ho scelto il colore rosa, non solo perché è una bimba e quindi per convenzione è il colore che la rappresenta, ma anche perché spesso ama scegliere proprio questa tinta per vestitini o oggetti che la circondano.
È un colore caldo, rappresenta l’amore e la gentilezza, a livello emotivo rilassa migliorando la vista, per la religione cattolica simboleggia gioia e felicità, è il colore dell’ottimismo, tanto che si dice “vedo tutto rosa” quando si affronta la vita in modo positivo.
È un colore che esprime amore incondizionato, dolcezza, tenerezza, gratitudine, ammirazione, comprensione, delicatezza e tranquillità, conferisce passione e vitalità nell’amore verso il prossimo e verso se stessi, la sua caratteristica principale è quella di alleggerire la mente, di allontanare i pensieri negativi, di calmare le nostre energie emozionali, allevia i sentimenti di rabbia, aggressione, risentimento, abbandono e rifiuto.
Chi rifiuta questo colore, ha paura di mostrare il suo lato debole temendo di venire ferito, paura che porta alla chiusura in se stessi e al non mostrare il lato affettuoso.
Vestirsi di rosa può esprimere calma, tenerezza e dolcezza, ma un uso eccessivo può anche significare una necessità di essere accettati e coccolati, una mancanza di potere decisionale ed autostima, debolezza. Derivando dalla miscela di bianco e rosso, contiene in se il bisogno d’azione del rosso, che ci porta ad ottenere successo, quindi aggiungendo accessori rossi, ad una mise eccessivamente rosata, si stimola la voglia di agire, con il bianco è stimolata la componente intuitiva e spirituale.
Nell’arredamento, contrariamente a quanto possa sembrare, è un colore facile, e con le sue varie sfumature è in grado di evocare stili ed atmosfere distinte.
Il Fucsia è associato allo stile pop, il rosa ciclamino, si adatta allo stile vintage, il rosa tradizionale è usato negli ambienti per i bambini e nelle tonalità più chiare è perfetto per tingere le pareti delle camere da letto perché favorisce un buon riposo.
Si accompagna bene con il color cioccolato, il rosa pallido abbinato al Bordeaux dona romanticismo allo spazio, se è il fucsia il tono di rosa che vi piace, abbinatelo col grigio perla, che ha la caratteristica di smorzarne l’effetto vistoso, perfetto come accoppiamento per saloni e cucine, e se é l’energia e la positività quella che volete per la vostra zona giorno, é perfetto l’abbinamento con il rosso corallo.
Rosa non è solo un colore è anche un fiore, e se desiderate dichiarare ad un amico l’affetto che provate nei suoi confronti, regalategli una rosa rosa.

Il bagno

imageUn tempo il bagno era considerato un ambiente di servizio, chiuso, quasi da non mostrare, all’interno della casa gli si ritagliava lo spazio indispensabile e nulla di più e l’attenzione che gli si dedicava per le finiture e le dotazioni era minima.
Oggi invece vanta una posizione di tutto rilievo, la cura del se e il benessere fisico, sono diventati molto importanti, i ritmi frenetici della vita quotidiana, portano le persone a rifugiarsi nel confort della propria abitazione per ricreare e ricercare il giusto equilibrio psico fisico, e la salle de bain, come giustamente si dice in Francia, è il luogo perfetto.
È attraverso i materiali che si crea il giusto comfort sensoriale, si completa poi con i sanitari ed accessori più adeguati alle nostre esigenze.
Per il Petit Foier, ho scelto delle piastrelle 10×20 di Vogue Ceramica dai contorni diamantati, che conferiscono un’aria un po’ retrò, e il colore chiaro ma caldo, accostato al legno di teak del pavimento e del piano lavabo contribuisce a creare un’ambiente sofisticato ed elegante.
I sanitari, sospesi wc e bidet, e da appoggio su piano il lavabo, hanno una linea semplice e pulita in modo da non risultare presenze troppo incombenti in quello, che nel mio caso, è uno spazio stretto e lungo. In questo piccolo ambiente, però, non ho voluto sacrificare la zona doccia, il piatto 90×90 , è all’interno di un vano completamente piastrellato ed illuminato da un faretto indipendente dall’illuminazione del resto del locale.
Ho menzionato l’aspetto dell’illuminazione, in quanto è fondamentale, nel bagno, come in tutta la casa, da sola può contribuire a rendere un ambiente ospitale e confortevole, o al contrario ostile e angosciante.
imageAnche nel mio bagno, come negli altri ambienti, ho creato più punti di illuminazione, quella generale con dei faretti incassati a soffitto, quella puntuale vicino allo specchio per agevolare le fasi del trucco, e quella d’ambiente con un faretto nel vano doccia, che acceso da solo la sera col resto del locale in penombra e un paio di candele di Diptyque accese per l’aromaterapia su di un ripiano, crea la giusta atmosfera per ricaricarsi dopo una giornata faticosa.
Mi rendo conto che molti di voi hanno un bagno nel quale non possono fare grandi interventi a livello edilizio, ma fare di un bagno una salle de bain è possibile anche solo con pochi accorgimenti estetici.
Innanzi tutto mettete uno specchio grande e senza cornici, in modo che moltiplichi lo spazio e che visivamente scompaia nella parete, se non potete cambiare le luci, posate un abat-jour su un ripiano, le candele son sempre le benvenute!
Scegliete asciugamani di spugna soffice e monocolore, il colore chiaro è sempre il più indicato, semplifica le operazioni di lavaggio, non stufa e non passa mai di moda.
Cercate dei vasetti di ceramica o in legno dalle forme e finiture diverse, con o senza coperchio, in un colore che si abbini alle piastrelle, se queste sono bianche potete scegliere una tinta che diventi motivo per tutti gli accessori, ed usateli per fiori freschi o come contenitori.
Eliminate, o meglio chiudete in un armadietto, il superfluo e tutto quello che è di servizio (phon e piastre per i capelli, rasoi, brutti contenitori….) o fa disordine e tenete in bella vista solo i vostri profumi o creme che solitamente hanno bei flaconi e bottiglie preziose, se sono brutti o non vi piacciono, via nell’armadietto. Infine piccoli quadri, magari con i disegni di nipotini o figli, renderanno il vostro bagno una vera salle de bain, il concetto da tenere in considerazione è, no al disordine, si in vista tutto ciò che contribuisce a dare armonia all’ambiente.
Buon relax!

Regali per la casa

imageTante volte si hanno dubbi sulla tipologia di regalo, spesso si teme di non indovinare i gusti con un regalo personale, ci sono però ottime alternative per la casa.
Un bel vassoio è sempre utile, ci sono di tutti i materiali, molto graziosi quelli della linea New Romantic di Bitossi in materiale plastico con rivestimento finitura legno, molto pratici e moderni dalle forme classiche, oppure si può fare un pensiero prezioso con uno piccolino da collezione di Fornasetti.
Un portacandele in legno di Oltrefrontiera, o una candela profumata le cui essenze accompagnano le giornate invernali, come la nuova Hiver di Diptyque.
Le ceramiche artistiche a mio parere sono sempre molto apprezzate, a patto che siano sobrie e dalle dimensioni contenute, come la coppia di vasi di Guido De Zan o l’uovo decorativo con piedistallo di Nelly Molina Vasquez.
Cloches in vetro piccole e grandi, piacciono sempre, come pure dei bei runner per la tavola di natale, magari dai colori e decori inconsueti che possono essere riutilizzati anche in altre occasioni.
Palline in ceramica con stelle realizzate dalla sottoscritta.

Regali per chi ama scrivere

imageNel mondo dominato da telefonini e tablet, c’è fortunatamente chi ama ancora scrivere lettere, biglietti d’amore o di auguri, ma anche semplicemente pensieri ed idee, perfetti sono quindi regali che possano rendere questo momento un momento di piacere puro, e come se non con una penna o una stilografica, Montblanc o Aurora! Graditissimo sarà sicuramente un inchiostro limited edition in un colore particolare come quello verde oliva dedicato a Daniel Defoe, come altrettanto gradito sarà un quaderno con carta fatta a mano e rilegata artigianalmente, ad esempio quello di Antonio Marras.
Una candela profumata che allieta i momenti di relax, come la nuova fragranza “Hiver” di Diptyque, una clessidra per scandire poeticamente il tempo Seletti, una bella scatola fatta a mano con carta cinese trovata da Onfuton e una bugia in ceramica Raku realizzata dalla sottoscritta, creeranno un ambiente di puro piacere.
Un altro regalo che amo molto fare, sono i timbri personalizzati, se non siete creativi e non portati ad inventare loghi o disegni personalizzati per amici e parenti, come mi diletto a fare io, potete affidarvi a timbri esistenti in produzione come quelli di Impronte d’autore, o anche far riprodurre dal tipografo il timbro di un marchio che la persona già possiede per la propria attività lavorativa.
Gli occhiali sono Fendi, tampone inchiostrato di Impronte d’Autore, il bottone in legno di Zucchi, le decorazioni vintage di Coin Excelsior, angelo in ceramica vintage.