Una spa nel vostro bagno

imageQuante volte vi è capitato di tornare a casa stanche e provate da una giornata particolarmente frenetica, e il massimo che vi concedete è una doccia calda prima di cena, giusto per distendervi dalle tensioni accumulate, perché, invece, non dedicarvi un po’ più di tempo e rilassarvi profondamente proprio come se vi recaste alle terme o in una spa?
Servono pochissimi ingredienti, tutti facilmente reperibili in casa o dall’erborista/fiorista dietro l’angolo.
Il mio rito di bellezza e relax consiste in:
1- inizio con un scrub alle gambe, ne faccio uno casalingo con i fondi di caffè amalgamati con una crema corpo (non la mia preferita, non ne vale la pena, ne uso una fluida che poi risciacquo), e massaggio bene per ottenere risultati contro gli inestetismi della cellulite, (è inoltre un modo per riutilizzare le capsule Nespresso usate, una per gamba), provate, il risultato è una pelle di velluto.
2-sciacquo le gambe col doccino nella vasca poi comincio a riempirla con acqua calda ma non bollente facendo sciogliere sotto all’erogatore 1 kg di sale grosso, altro rimedio anti cellulite con effetti benefici per la ritenzione idrica.
3-mentre la vasca da bagno si riempie, mi strucco ed applico su viso e collo una maschera, che tengo in posa per il tempo in cui rimango immerse nell’acqua calda, così il vapore, dilatando i pori, contribuirà a intensificare gli effetti sulla pelle del mio viso.
4-la vasca è pronta, aggiungo dei petali di rosa, accendo delle candele e mi immergo per almeno 20 minuti.
5-quando esco mi asciugo avvolgendomi in un morbido accappatoio e prima di mettermi un comodo pigiama applico una crema corpo profumata, questa volta la mia preferita, una crema fluida alla rosa di Diptyque.
Ognuno di voi può personalizzare con creme e profumi preferiti, nell’acqua al posto delle rose si possono mettere fiori di lavanda, o di gelsomino, oppure rametti di rosmarino, a seconda della stagione, per le candele si può scegliere la versione neutra, profumata, o neutra con aggiunta di un paio di gocce di olio essenziale nella parte dove si deposita la cera fusa, il calore sprigionerà l’aroma.
Chi ha la doccia, non pensi di dover rinunciare a tutto questo, mettendo un comodo sgabello nel vano doccia (da Kartell se ne trovano di tutte le forme, dimensioni e colori, comodi e chic) e sedendosi, si può scegliere di farsi scorre l’acqua addosso, oppure accanto, lasciandosi avvolgere dal vapore, subito fuori, su un altro sgabello, o su uno dei sanitari, un bel vassoio con le candele e dei fiori freschi.
Buon relax!

Annunci

Scatole, scatoline, scatolette

20140513-230527.jpgQuante volte avete fatto acquisti corredati di confezioni così belle da non riuscire a gettarle nel cestino della raccolta differenziata? Quante volte peró vi siete rimproverati di consevare troppe scatole senza sapere che uso pratico farme?
Un tempo avrei risposto positivamente ad entrambi i quesiti, da un paio di anni a questa parte, alla seconda domanda posso dare risposta negativa. Conservo tutte le belle confezioni, anzi mi è capitato di fare anche acquisti in base alla scatola e gli utilizzi che ne faccio e che si possono fare, sono veramente infinti, spesso sono le dimensioni setsse o il materiale che ne determinano automaticamente un nuovo utilizzo.
Le scatole di latta, recenti o anche vintage, trovate nei mercatini (ed accuratamente deterse o rivestite con carta stagnola se a contatto con alimenti) possono essere molto decorative nella cucina. Possono contenere le bustine del tea, tisane etc, le spezie, i chiudi pacco per i biscotti, nascondere stuzzicadenti, contenere i blister di integratori o analgesici…..
Quelle in cartone e cartoncino in cucina stanno altrettanto bene e possono svolgere le medesime funzioni (peraltro sono più igieniche in caso di vicinanza con alimenti), ma hanno l’inconveniente di esere delicate a contatto con acqua ed umidità, col rischio pealtro di danneggiare il contenuto. Possono counque trovare un pratico riutilizzo come porta bijou, come contenitori del nècessaire per il maquillage da riporre nell’armadietto del bagno, sempre all’interno della toilette, ma al riparo da schizzi, possono contenere i cotton fioc, i batuffoli di cotone idrofilo per struccarsi al sera, sono anche ottimi alleati per contenere gli abbondanti campioncini di cosmetici che generosamente le signorine della profumeria regalano ad ogni acquisto, se le dimensioni lo consentono ci si puó riporre la biancheria intima o le calze….
Ci sono poi quelle di plastica, legno, quoio, tessuto, vetro, plexiglas, ceramica, non c’è limite alla fantasia, per ogni necessità esiste una scatoletta perfetta come forma, materiale, dimensione e colore pronta per risolvere la situazione e contribuire al mantenimento dell’ordine e quindi alla perfetta gestione dello spazio a disposizione.