The Floating Piers

iseoIeri, il 28 giugno, giorno del mio compleanno ed anche di mio marito, abbiamo deciso di festeggiarlo con una passeggiata a filo d’acqua, sull’opera d’arte dell’artista Christo e di Jeanne-Claude.
Confesso che prima di ieri non avevo mai visitato questo bellissimo lago del Nord Italia, lo conoscevo, ci passavo vicino sovente, ma non era mai capitata occasione di soffermarsi per le cittadine che si sviluppano lungo la sua costa o visitare l’Isola.
Già, Monte Isola, l’isola che si trova in questo lago, è la più grande isola lacustre esistente al mondo, e quest’artista americano di origini bulgare, ha voluto farla conoscere a livello globale attraverso questa sua opera grandiosa.
L’installazione si sviluppa da Sulzano a Monte Isola, per poi raggiungere l’isolotto privato di San Paolo, girargli intorno e tornare nuovamente verso Monte Isola, per un totale di 3 km più circa 1,5 km di percorsi pedonali a Sulzano e Peschiera Maraglio.
Le passerelle galleggianti e le vie dei borghi, lungo cui si sviluppa il percorso, sono ricoperte da un tessuto cangiante giallo, che accostato al blu intenso dell’acqua del lago crea un contrasto molto affascinante e di impatto.
Passeggiare in un’opera d’arte di queste dimensioni, farne parte per un pomeriggio, conoscere luoghi incantevoli, nei quali ci siamo ripromessi di tornare appena l’installazione sarà rimossa, è stato il miglior modo che potessimo scegliere per festeggiare il nostro compleanno.
Camminare su questi galleggianti delle dimensioni di 50×50 cm e alti 35 cm dal filo acqua, da una sensazione nuova, ci si sente connessi al lago, in sintonia con lui, col suo più o meno lento eterno movimento, si ha una prospettiva nuova, che nemmeno da una barca si può avere, ci si prende il proprio tempo, c’è chi si siede ad ammirare le montagne che lo circondano, chi si sdraia e si lascia cullare dall’oscillazione, io mi sono seduta più volte in diversi punti, ho chiuso gli occhi e li seduta su quella superficie morbida, rivestita dal tessuto liscio e un po’ increspato ho chiuso gli occhi e il movimento mi ha dolcemente cullato, mi sembrava di essere sospesa nel vuoto, quasi una sensazione da ritorno al grembo materno, difficile descriverla, la si deve vivere.
Dirvi che ne sono entusiasta, mi sembra inutile, se avete letto fino a qui, polemiche ce ne sono state e continuano, ovviamente, come sempre, non saremmo in Italia se così non fosse, coda per accedere, si fa, inutile negarlo, un po’ di caldo nell’attesa, lo si avverte, ovvio, di gente in giro che si sposta per raggiungere la passerella ce n’è molta e di tutti i tipi, ma rifarei la passeggiata subito, e consiglio a tutti di non perderla, mancano pochi giorni, è un’occasione irripetibile per conoscere un luogo meraviglioso sotto un punto di vista particolare, ripromettendosi come abbiamo fatto noi di tornarci presto.

Annunci

Gemelli

IMG_2076 Il segno zodiacale di questo mese è quello dei Gemelli, viene rappresentato dalla figura di due gemelli disposti specularmente. Il periodo in cui il sole attraversa la sua costellazione, è dal 21 maggio al 21 giugno.
E’ dominato dal pianeta Mercurio e i suoi “amuleti” possono essere individuati nelle sfumature del colore grigio e argento, ma anche le tinte vivaci come il giallo che riflettono la vivacità dei nati sotto questo segno, la gemma sua questo è lo smeraldo, i numeri fortunati sono il 3 e il 4 mentre il giorno propizio è il mercoledì.
I nati sotto il segno dei Gemelli, hanno una personalità intellettuale, sono simpatici, attivi e magnetici, hanno maniere affascinanti e gli piace essere rispettati, sono capricciosi e volubili gli piace essere tenuti in considerazione. Sono affettuosi, generosi e impulsivi, hanno un temperamento focoso e sono inclini a serbare rancore, hanno una vivida immaginazione e uno spiccato senso dell’umorismo, sanno essere pazienti quando vogliono e sono sognatori e idealisti.
I nati sotto questo segno possono essere molto critici per quanto riguarda la vita domestica, vogliono che tutto sia sistemato come piace a loro, altrimenti diventano intrattabili, sono molto sensibili al riguardo di ciò che li circonda in casa, detestano la monotonia, la loro mente attiva gli fa desiderare i cambiamenti.
IMG_2077I Gemelli, amano il colore, soprattutto quelli vivaci che rompono la monotonia degli ambienti, ambienti che amano personalizzare, anche con la loro personale eccentricità. Una poltrona dalla forma curiosa di un coniglio, come quella di Qeeboo disegnata da Stefano Giovannoni o quella di Meritalia disegnata da Gaetano Pesce realizzata in silicone blu, stimolerebbero molto la fantasia dei Gemelli.
Icolori pop e gli accostamenti cromatici forti per loro stanno alla base della scelta per gli arredi, come tappeto, uno multicolor farebbe per loro, soprattutto se abbinato con un morbido ed accogliente divano, come quello di Baxter.
Gli piace stupire, con un camino come quello di Antonio Lupi che sembra essere uno strappo nella parete o un lavabo per il bagno come quello ispirato ad un secchiello di Ceramica Flaminia, sicuramente otterrebbe il loro scopo, e per un tocco di colore e vivacità anche alla stanza da bagno potrebbero scegliere i rubinetti di Fantini della serie Nice disegnata da Matteo Thun e Antonio Rodrigurez con maniglie in vetro colorato.
Il tocco pop ed eccentrico per eccellenza potrà essere una scritta al neon che indica un ingresso o un locale.

Buon compleanno Marilyn

IMG_0482 Oggi primo giugno 2016 sarebbe stato il novantesimo compleanno di una donna che in pochissimi anni di vita è riuscita a diventare un icona di stile, non solo nel cinema, ma anche nell’arte, nella moda e nel design.
Con la sua bellezza si è costruita un immagine come nessun altro più è riuscito a fare, nonostante in molti ci abbiano provato, sia imitandola che ispirandosi a lei. Dico costruita un’immagine, perché poi, persone che l’anno conosciuta o che hanno potuto lavorare con lei e viverle accanto, non l’hanno ritratta come la donna fatale e sensuale che appariva sui grandi schermi o sulle riviste patinate, ma ne hanno parlato come di una donna sensibile e fragile.
Sicuramente questo cocktail di personalità è stato la chiave che ne ha fatto il mito che noi tutti ancora oggi a 54 anni di distanza dalla sua scomparsa ammiriamo ed amiamo.
Marilyn, il cui nome di battesimo era Norma Jeane Mortenson, col suo fascino, ha ipnotizzato artisti di tutte le correnti artistiche, fotografia e designer di moda e arredamento, basta pensare al famosissimo e imitatissimo ritratto di Andy Warhol, alle opere d’arte a lei ispirate come quelle di Mimmo Rotella o Salvator Dalì, o alle fotografie di Bert Stein.
Nella moda, non è mai più stato creato un abito come quello da lei indossato nel film “Quando la moglie è in vacanza” del 1955 e disegnato dal costumista William Travilla, sono convinta che nessun altra lo avrebbe reso altrettanto celebre e sempre attuale e desiderato.
Anche il design ha ceduto al suo fascino, Mad Architects firma una nuova maniglia per porte, prodotta da Olivari la cui forma si ispira alle sue curve sinuose.
Ho sempre ammirato Marilyn, la sua classe, i suoi flim, la sua bellezza, spesso rilascava dichiarazioni che lasciavano ammutoliti i suoi interlocutori, frasi che sono diventate celebri e che trovo attuali sempre, come le mie tre preferite che condivido con voi.

“Lascio agli altri la convinzione di essere i migliori, per me tengo la certezza che nella vita si può sempre migliorare”

“Le donne che vogliono essere come gli uomini mancano di ambizione”

“Amavo il tuo sorriso ma ho preferito il mio”