Capricorno

IMG_1664 Il primo segno zodiacale dell’anno è il Capricorno, rappresentato con una figura simbolica un po’ pecora un po’ capra, il sole si trova nella sua costellazione dal 22 dicembre al 20 gennaio, i suoi “amuleti” possono essere individuati nel nero o nel verde cupo, come colori, nell’Onice, come pietra, nel Piombo, come metallo, il giorno favorevole è il Sabato e i numeri il 3 e il 7.
Chi nasce sotto il segno del Capricorno, si dice sia riflessivo, diplomatico, prudente e riservato, che abbia un’ottima capacità di concentrazione e che sia un amorevole genitore.
Amano la vita casalinga, gli spazi ordinati e ben equilibrati, caratterizzati da sobrietà sia stilistica che cromatica, le tinte più amate sono le tonalità neutre dei grigi e beige, il marrone, il giallo senape.
Gli ambienti della casa nei quali si riconoscono maggiormente sono quelli deputati al relax, caratterizzati da morbidi imbottiti, ampi divani e comode poltrone magari scelte tra pezzi di modernariato o riedizioni in stile anni ’50.
Il materiale su tutti che prediligono è il legno.
Lo stile dell’arredamento in cui meglio si riconoscono i nati sotto il segno del Capricorno è lontano dalle mode e tendenze del momento, preferiscono puntare sulla comodità e su soluzioni senza tempo in cui possano riconoscersi.
Sarebbe perfetto per il Capricorno attrezzare una parte del soggiorno con una ampia libreria organizzata, accanto alla quale poter sistemare una comoda poltrona tipo la mitica IMG_1659Lounge Chair di Charles e Ray Eames, prodotta da Vitra, connubio perfetto tra stile vintage e comodità, o una coppia di poltrone tipo le Barcelona realizzate da Knoll secondo le indicazioni originali di Ludwig Mies van der Rohe. Nel resto del soggiorno ampi divani, come quelli di De Padova con coffee table in stile anni ’50 magari in una tonalità spenta di verde, come quello di Baxter, o una coppia di valige con la patina del tempo da impilare e utilizzare con appoggio tra i divani. La lampada perfetta per infondere nell’ambiente una luce soffusa può essere anche lei in stile, tipo quella di Baxter.
Per accompagnare alla perfezione questo insieme caratterizzato da comodità e organizzazione, un parquet particolare, quello di Bolefloor, con i listoni sagomati secondo il naturale andamento armonico dei tronchi degli alberi, è quello che ci vuole.

 

Annunci

Giochiamo all’Oroscopo?

segni_zodiacali_0 Si sa che siamo diversi l’uno dall’altro, per carattere, gusti, abitudini, e i fattori che possono aver influenzato le nostre personali caratteristiche trovano le radici in un’infinità di ragioni, l’ambiente, la cultura, il ceto sociale, l’istruzione, il segno zodiacale….
Si, il segno zodiacale, gli Astrologi, infatti, sostengono che anche quest’ultimo infonda, delle determinate qualità che accomunano in molti aspetti tutti quelli che sono nati sotto alla stessa costellazione.
E’ proprio per queste particolari connotazioni, riconosciute dall’Astrologia, che ho pensato di approfondire, senza alcuna pretesa scientifica, ma solo come sorta di esercizio/gioco, i requisiti dei vari segni per provare a interpretarli, e analizzarli così da poter selezionare arredi, oggetti, finiture e materiali che più possono andare a stimolare la vostra percezione dell’ambiente in cui vivete.
Ogni mese, quindi pubblicherò un articolo legato di volta in volta al segno zodiacale che gli appartiene, sperando possiate da questi trarre ispirazione o trovare idee utili. Nulla vieta di pescare idee anche dagli altri segni zodiacali, in fondo esistono gli ascendenti e le affinità.

Voglia di fiori

image Non so voi, ma a me in queste grigie giornate di inverno, e a Milano quando la giornata è grigia, é proprio grigia, viene voglia di primavera, voglia di cieli blu punteggiati da candide e soffici nuvole, voglia di quel caldo raggio di sole che entra in casa dalle finestre infondendo un rasserenante tepore, voglia di delicate e colorate corolle floreali che sbocciano leggere sui rami delle piante o nei vasi sui davanzali e nei terrazzi.
Ma per tutto questo dobbiamo, giustamente, attendere ancora qualche mese, una cosa però possiamo farla, possiamo portare un po’ di colore nelle nostre case scegliendo tra le varietà proposte del fiorista di fiducia, il fiore che più ci ispira.
Giunti a casa, con i fiori preferiti che fanno capolino dalla vostra borsa, siete pronti per decorare i vari ambienti, cucina, soggiorno, camera, bagno o angolo studio, per farlo vi suggerirei di abbandonare il classico vaso in vetro e scegliere contenitori alternativi, magari di recupero.
Un’idea che mi piace molto é quella di riciclare le bottiglie in plastica o vetro di forme e dimensioni diverse, scegliere dei tessuti d’arredo (potete trovare bellissimi scampoli in tutti i negozi di tessuti) e realizzare dei rivestimenti ritagliando nel tessuto 3 sagome uguali a forma di bottiglia e cucirle insieme, potete scegliere diverse fantasie da abbinare tra di loro, all’arredo, alla stagione o al vostro umore e poi inserire un solo fiore per volta.
Un’altra idea che trovo simpatica é quella di riutilizzare le scatole di latta del tea, dei biscotti, delle caramelle o vintage acquistate sulle bancarelle e inserire fiori che contrastano col colore dei contenitori per ottenere un effetto un po’ funky, o fiori tutti bianchi diversi tra di loro in scatole colorate per un effetto chic, o ancora fiori di tutti i colori in scatole della stessa nuance per infondere allegria.
Se, come nel mio Petit Foyer, anche da voi é lo spazio che manca, concentratevi su di un vaso particolare, in cui inserire un solo fiore, l’angolo che andrete a ravvivare acquisterà stile.
Se ai fiori recisi preferite le piante, in particolare le succulente, nel bellissimo show-room di Antonio Marras a Milano, ho visto un’idea simpaticissima che vi mostro. Recuperando le lattine di pomodori, salse o vernici ed altri prodotti per la cucina o la casa, potete creare dei bei vasi, basta togliere le etichette o se queste non vengono via, applicare un bel disegno fatto da voi o frasi poetiche scritte a mano, in modo da creare un angolo con piccole piantine grasse dalle forme più curiose e divertenti.

2016 un anno in rosa e azzurro?

image Ogni anno la Pantone, un’azienda statunitense che si occupa principalmente di tecnologie per la grafica, della catalogazione dei colori e della produzione del sistema della loro identificazione, seleziona un colore, che secondo le loro ricerche, diverrà rappresentativo per le tendenze di moda, architettura e design.
Come vi ho già raccontato negli articoli precedenti dedicati ai colori, ogni tinta può avere un effetto sia sulla persona che sullo spazio, variando la percezione che si ha di questo.
Il colore, anzi sarebbe meglio dire i colori scelti da Pantone per questo 2016, sono 10, ma i principali, i più influenti, quelli già riconosciuti come più rappresentativi, sembrano essere il Rose Quartz e il Serenity, in sostanza Rosa e Azzurro.
Per convenzione sono da sempre i due colori che individuano il sesso dei bambini, Rosa le femminucce e Azzurro i maschietti, due colori legati all’infanzia, quindi, ai tempi dell’innocenza, della serenità, della spensieratezza e dell’allegria, forse ciò di cui il mondo avrebbe proprio bisogno in questo periodo di tensione, di tentativo di alcune organizzazioni criminali che si celano dietro a ideologie religiose, di diffondere il terrore, il sospetto, l’insicurezza e la discriminazione, andando a colpire proprio nei luoghi e momenti dove lo spirito di libertà, gioia e aggregazione sono più forti.
Sono anche due colori che, come visto, infondono senso di calma, serenità e rilassamento, negli ambienti o alle persone che li indossano, il total look può sembrare eccessivo e richiamare in maniera forte il mondo dell’infanzia, le infinite sfumature, di cui entrambi sono ricchi, però, ne smorzano o accentuano la loro natura, rendendoli così più facili da utilizzare o indossare. In casa si sposano benissimo col calore e la naturalezza del legno, se si scelgono le tonalità meno intense come il rosa antico o l’azzurro polvere, si può anche azzardare un total look, se invece si scelgono le sfumature più forti, come il ciclamino o il turchese, consiglierei di utilizzarli per accessori e complementi, da abbinare elegantemente anche a bianco o grigio.
É il primo articolo che pubblico in questo nuovo anno, e ho scelto proprio questo argomento per augurarvi che l’ottimismo del rosa e la serenità dell’azzurro colorino ogni vostro giorno di questo 2016.
Come potete poi notare dall’immagine finale, gli altri colori selezionati dalla Pantone, sono tutti nelle nuance dei due principali con l’aggiunta di un energico rosso Fiesta, una allegro giallo Buttercup e uno speranzoso verde Green Flash, in sostanza sembrerebbe che la nota azienda statunitense abbia voluto lanciare un messaggio di positività attraverso una bella selezione cromatica.
Buon anno a tutti.

image